Gianni fa sul serio, ha ideato e messo a punto questo circuito. 

Schemi dell'ampli QUALOSO e del suo alimentatore 

Clicca per ingrandire 

 

Clicca per ingrandire

 

 

 

Ciao Alessandro.
Dopo aver costruito Ella con molte soddisfazioni ed essendo stato questo circuito una buona scuola per avvicinarmi alle valvole e riprendere una mia antica passione che quella del "fai da te " elettronico, ed essendomi poi convinto che questa l'unica strada per avere la qualita a costi irrisori rispetto al mondo commerciale dell'hi-end, volevo sottoporre a te e a chi fosse interessato, un ampli finale completamente a valvole che il frutto dello studio di molti schemi elettrici e di una mia intuizione nonche' della voglia di spendere poco ottenendo tanto che poi anche la filosofia del tuo sito, e per questo te lo sottopongo.
E' un ampli infatti che , trasformatori e valvole comprese non dovrebbe superare le 300-350 mila di costo.
Ti sto parlando di QUALOSO, l'ho chiamato cosi' perche , se vogliamo, si ispira ad un paio di schemi che io ho fuso tra loro cogliendone la semplicita costruttiva, a portata di tutti, e l'efficacia elettronica, essendo un SINGLE-ENDED piuttosto potente.
Gli schemi da cui ho tratto l'ispirazione sono di un ampli GELOSO ( stadio pilota ) e da un piu' blasonato QUAD ( stadio finale), da cui il nome QUALOSO ( brutto ma mi piaceva cosi').
Qualoso un SINGLE-ENDED che utilizza 2 EL84 per canale collegate in parallelo, capaci quindi di erogare da data sheet circa 9 watt in classe A, e pilotate da un doppio triodo preamplificatore con classica ed elementare configurazione a catodo comune, con un triodo dedicato ad ogni canale.
Insomma, proprio come Ella, semplicita e meno parti possibili per avere il suono piu pulito e meno artefatto

STADIO PRE
Sullo stadio pre ho fatto veramente tante prove, ma alla fine ho optato per un doppio triodo con delle caratteristiche idonee al pilotaggio del finale e della quale mi piaciuto subito il suono a dispetto della sua reiterata microfonicita', una 6BZ7, che un doppio triodo per usi televisivi come amplificatore per segnali ad alta frequenza VHF e che ha un valore commerciale, semmai si trovi ancora ( io l'ho rimediata tra un mucchietto di valvole prese d'occasione presso un negozio che se ne disfaceva) molto inferiore alle blasonate classiche preamplificatrici audio ma che suona , almeno al mio orecchio, in modo molto fluido e con notevole dettaglio ed ariosita'. Ovviamente puo' essere sostituita senza modifiche al circuito con una 6DJ8 / ECC88 avendo caratteristiche similari come punto di lavoro statico o con una ECC81 modificando solo i pin del filamento ( 4-5 sulla 6BZ7, 4/5 9 sulla ECC81).

STADIO FINALE
Come si puo osservare dagli schemi, lo stadio finale non altro che un parallelo di EL84 polarizzate in classe A.
Con una R catodica da 135 ohm ( 133 in realta' mettendo in serie 100+33) come suggerito dal data sheet in configurazione pentodo con griglia schermo a potenziale leggermente ridotto cosi da ottenere , senza stressare troppo la valvola , una potenza di 4.3 watt ognuna , e quindi 8.6 w per canale. Togliendo la resistenza da 1.8k sulla griglia schermo la potenza sale a 5 watt, ma come anche tu mi suggerivi, non credo vale la pena "tirare il collo" al povero tubo.
Il finale puo essere facilmente convertito in triodo, perdendo pero' parecchia potenza, e puo diventare facilmente un integrato, aggiungendo un potenziometro da 100K all'ingresso. Si puo provare.
Ovviamente la qualita del suono sara' direttamente dipendente dai Trasformatori di Uscita, che dovranno avere una impedenza di ingresso di 5.2K/2 ( imp.di out della EL84), e cioe' 2.6 k ognuno.
Consiglio di utilizzare condensatori di filtro ( C1-C2-C3-C4) di buona qualita'.

ALIMENTATORE
L'alimentazione di Qualoso un classico trasformatore (220-220 v 100W) + ponte (8A 400V) + filtro pigreco C-R-C o meglio ancora C-L-C-, con secondari ben rimpolpati da buone capacita di livellamento.
A dire il vero io ho utilizzato il filtro C-R-C, ma ho anteposto al trasformatore della anodica una serie di filtri induttivi e condensatori posti su un primario di un vecchio switching guasto che possedevo.
L'ampli assorbe, per entrambe i canali, circa 190 milliampere su 250 v. Per i filamenti, tutti a 6.3v , 4 ampere , Alessandro ci insegna che bene riferire a massa la tensione alternata con una resistenza di circa 4.7k.

COME SUONA
Ovviamente dipende dalla qualita della componentistica utilizzata. I T.U li ho fatti fare su misura, e rappresentano forse la vera e unica spesa dell'ampli. Come capacita di disaccoppiamento ho utilizzato dei carta o olio made in CCCP, economici ma per esperienze di ascolto superiori ai vari poliestere/polietilene pur essendo questi ultimi un'ottima scelta.
Il suono molto dettagliato, analitico ma mai stridente o affaticante, con una scena acustica molto ampia.Bassi profondi quanto basta ma il suo vero punto di forza un medio presente, molto a fuoco, reale.

Se vorrete contattarmi saro lieto di darvi altre informazioni :   criscimg@tiscalinet.it
Mi scuso per la qualita grafica degli schemi, ma quanto di meglio potevo fare.

CIAO A TUTTI
Gianni